Pagine

lunedì 4 giugno 2012

In treno

Oggi devo partire per lavoro. Impegni improvvisi e improrogabili mi hanno presentato questa trasferta più come un'occasione che come una seccatura....
Salgo in treno con il mio trolley carico di emozioni e fremiti...La tua città, è quella la mia meta... ed è la prima volta, dopo molti anni, che viaggio senza la mia famiglia. E' strano ritrovarmi di fronte alla possibilità di rendere reale quello che finora è stato solo un gioco di fantasia, qualcosa relegato solo nel mio intimo e nel mio pc... e io non so se sono pronta... In fondo non ci conosciamo davvero, tra noi c'è solo un po' di gioco erotico virtuale, dolce compagnia nelle ore di solitudine e qualche foto, ma non ho mai sentito la tua voce e le sue inflessioni, nè ho guardato davvero i tuoi occhi, se non in qualche foto. Ho paura, si ho paura e sono allo stesso tempo eccitata. Intanto le ore passano veloci sui miei pensieri, i treni oggi sono velocissimi, e in men che non si dica sono arrivata in stazione. Non ti ho detto a che ora sarei arrivata per poter prendere tempo, per sistemarmi in albergo prima di incontrarci. Dopo con calma ti scrivero' una mail per metterci d'accordo. Scendo dal treno e mi avvio verso l'uscita, in cerca della stazione dei taxy; mi guardo intorno in questa città per me nuova e sconosciuta, cerco di orientarmi.....quando improvvisamente sento una mano appoggiarsi sulla mia, ancora stretta al manico del trolley, e una voce calda chiedermi piano: ha bisogno di un taxy? Mi giro di scatto e resto a bocca aperta, incapace di parlare. I tuoi occhi, quelli che ho visto solo in foto, ora mi sorridono e mi guardano e mi spogliano e mi mandano lampi di gioia e brividi lungo la schiena....

-Coma hai fatto? Non ti avevo detto a che ora sarei arrivata, non....ma....io....-
Non mi dai il tempo di riprendermi che la tua mano si poggia tra i miei capelli e mi attira dolcemente verso di te, verso un bacio dolcissimo e finora solo immaginato. Le farfalle allo stomaco, si, quella stupenda sensazione che ferma il tempo e amplifica il battito del cuore, mi avvolge con il tuo abbraccio. Non so quanto tempo sia durato questo nostro bacio, ma ora ti stringo la mano e ti seguiro' dovunque tu vorrai portarmi stasera. Sono tua.


Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ti ha lasciato questa lettura?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Chi è Manuela Rossa

La mia foto
Manuela Rossa è un personaggio di fantasia, una sorta di "alter ego" di una donna che ha scoperto il potere dell'immaginazione e della scrittura per raccontarsi innanzitutto a sé stessa. I suoi scritti sono frutto di fantasia e non attingono che in modo marginale alla vita reale.

Visualizzazioni totali

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email e saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

I blog dei miei amici

Recent Visitors