Pagine

mercoledì 28 novembre 2012

Dove sei?

Dove sei ora che ho bisogno di te?
Dove sono le tue promesse da non mantenere mai?
Dov'è la tua presenza costante e rassicurante, che credevo fosse eterna?
Dove sono i sorrisi che mi regalavi?
Dove sono le tue dita che imperterrite e autonome mi cercavano?


Hai lasciato un vuoto incolmabile dentro me.
Eppure non posso che ringraziare il cielo di averti conosciuto.

martedì 13 novembre 2012

Tra i miei segreti

Ed è possibile che il tempo stringe
Ed è possibile che scorre lento
E puoi sentirti solo ed invisibile
Sotto le stelle del firmamento
E guardo il cielo o è il cielo che mi guarda
E resto solo con la mia coscienza
Ma non c'è un modo per tornare indietro
E di dividere questa esperienza

Sarebbe così facile cercarti poi
Dietro a questi sogni e dentro ai miei pensieri
Però sarebbe ancora molto meglio se
Tutto fosse proprio come ieri
Quando non sapevo e non immaginavo
Tra i miei segreti e me

Negli occhi dell'amore
C'è un sogno che s'avvera
E dentro ci sei tu con me
E passano le ore
E scende giù la sera
E il cielo si fa blu

E di notte poi seguire
Ispirazioni e percezioni dall'ignoto
E dentro me la verità
Si confonde col sogno

E ho camminato lungo strade vuote
Nei labirinti dell'indifferenza
Ed ho pensato a tutte queste cose
Senza trovare una vera ragione
E ho visto gente piangere di fame
Ed altra che rideva per il vino
E ovunque c'era sempre lì qualcuno
Che giudicava e gridava sentenze

Ma vedi in tutto questo se io c'entro o no
Non dipende dal tuo modo di pensare
Quello che ci unisce in questo divenire
Ritroverò con te

Negli occhi dell'amore
C'è un sogno che s'avvera
E dentro ci sei tu con me
E passano le ore
E scende giù la sera
E il cielo si fa blu

E mi chiedo se son' liberi
Gli uccelli da catene del cielo
E dentro me la verità
Si confonde col sogno
E dentro me tu sei già qua

Sergio Cammariere e Roberto Kunstler

martedì 6 novembre 2012

La notte

La notte scende come un mantello di velluto sulle nostre vite, coprendo rumori silenziosi e affanni quotidiani e scoprendo le corde dei nostri sogni.

Stanotte voglio esserci io nei tuoi sogni. 
Voglio adagiarmi nei tuoi pensieri come su un letto di seta. 
Guardarti senza mai abbassare lo sguardo, sfidandoti a fare altrettanto. 
Tormentarti dolcemente come il vento che soffia in montagna e fa tremare i vetri:  voglio farti tremare i polsi, e non per paura o timore, ma per il fluire forte del sangue nelle tue vene.
Voglio martellarti nella testa parole dolci, parole d'amore scritte per te, e mai dette.
Tutte quelle parole, stanotte le lascerò libere di volare e raggiungerti, circondarti come elfi e fate volanti di un mondo di fiaba, come farfalle silenziose ma insistenti, come foglie rosse cipria del vento.
Ti girerò intorno come una presenza impalpabile, eppur forte. Come un profumo.
Come onda sulla battigia batterò le mie ciglia su di te e mi infrangerò in mille cristalli di nuvole. 
Sparirò e riapparirò, e poi ancora mi sentirai accanto. Entrerò in te come fiocchi di neve nell'acqua.

Voglio sentirmi tua ancora una volta. 
Sentire i tuoi occhi cercarmi nel buio, sapendo che mi troverai tra le tue mani.
Cercami lì dove tutto tace tranne il nostro respiro, mi troverai ad aspettare il tuo ritorno stesa su un letto di spine. Un letto che io stessa ho reso tale nella speranza di dimenticare. Di dimenticarti.
Ma tu sei una lama nel cuore che non dimentico, che non voglio dimenticare. 
Sei dentro di me. 
"Cercami, come e quando e dove vuoi, tu cercami, è più facile che mai..."




Mi sono dilettata a montare un piccolo video con queste parole, accompagnate dalla musica di "Cercami" di Renato Zero. Spero possa piacervi.



venerdì 2 novembre 2012

Il buio ha i tuoi occhi

Oggi il cielo sembra strappato a metà: da un lato è di un azzurro commovente, pulito, liquido, abbagliante; da un altro è cupo, nero, minaccioso, triste.
Guido piano in quest'aria stranamente calda per un inizio di novembre, il finestrino aperto a portar via il fumo che soffio fuori con i pensieri, con i capelli che mi svolazzano liberi e, improvvisamente, in questo insolito buio luminoso, una canzone alla radio mi riporta indietro.
Indietro a quando i tuoi occhi silenziosi mi scrutavano nella notte, e ogni sogno aveva il tuo sorriso.
Ancora oggi il buio ha i tuoi occhi.
Te la dedico.


Ho pensato a te intensamente, 
Ho pensato a te continuamente. 
Ho cercato di riportarti qui, 
da me, con me, con ogni mezzo 
riportarti qui a qualunque prezzo. 
E ho lasciato sempre accese 
luci bianche nella nebbia 
per non perderti di più. 
Quante inutili difese 
io che non volevo cedere. 
Anche adesso che 
il buio ha i tuoi occhi 
sono notti che non dormo più 
Belli da urlare i tuoi occhi 
incredibilmente azzurri ma 
sereni quasi mai. 
Il buio ha i tuoi occhi 
belli come li hai soltanto tu, 
come farò a non guardarli più 
a non guardarli più. 
Ho vissuto te, amando amando 
ho vissuto te, esagerando 
quando penso che, mi nutrivo io 
cosi di te, a grandi morsi 
respiravo te, a grandi sorsi 
e per questo lascio ancora 
le mie orme sulla rabbia 
che non hai inseguito mai 
io da sola e tu da solo 
forse mi dovrei convincere 
Solamente che 
il buio ha i tuoi occhi 
sono notti che non dormo più 
Belli da urlare i tuoi occhi 
incredibilmente azzurri ma 
sereni quasi mai. 
Il buio ha i tuoi occhi 
belli come li hai soltanto tu. 
Come farò a non guardarli più 
a non guardarli più. 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Chi è Manuela Rossa

La mia foto
Manuela Rossa è un personaggio di fantasia, una sorta di "alter ego" di una donna che ha scoperto il potere dell'immaginazione e della scrittura per raccontarsi innanzitutto a sé stessa. I suoi scritti sono frutto di fantasia e non attingono che in modo marginale alla vita reale.

Visualizzazioni totali

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email e saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

I blog dei miei amici

Recent Visitors