Pagine

domenica 30 dicembre 2012

Cerco te

Gironzolando su youtube mi sono imbattuta in una canzone della quale non sono riuscita a scoprire nulla di più delle sue parole, che ho trovato stupende.


Camminando nel vento
su sentieri di neve e gelo.
Invertendo un po' il tempo 
e le pieghe di un mondo storto. 
Dando vita ai pensieri su un foglio bruciato, 
percorrendo le righe di camice stonate 
io cerco te dentro le nuvole, 
e respirerò il vuoto e l'odore di te.

Osservando per ore una foto ingiallita. 
Nei miei sogni cammini, poi la forma è svanita. 
Quando il suolo che pesto sembra non più tenere
e dal cielo proviene un buon profumo di viole
io cerco te, dietro le nuvole, 
per colmare il buio e l'assenza che c'è...

Ora che non ci sei ti cerco sempre
come prima come prima
Ora che non ci sei vorrei averti
più di prima più di prima

Nei rumori di acciai, tra stranieri ed eroi. 
Nelle piazze che un tempo eran solo per noi. 
Sento viva la vita, la sua forma è mutata, 
hai rapito le stelle con la luna sdraiata 
e cerco te, sopra le nuvole, 
mentre l'alfa e l'omega giocano con la vita.

Ora che non ci sei ti cerco sempre
come prima come prima
Ora che non ci sei vorrei averti
più di prima più di prima

Come faccio a capire
che lo spirito è ancora con me
dove devo cercare
c'era il sole e adesso non c'è

Ora che non ci sei
ti porto sempre dentro
come prima più di prima

Avessi un paio d'ali...

Cerco te...song for Matteo

venerdì 28 dicembre 2012

Frutti preziosi

                                                   
Quando improvvisa
cala la notte nei miei pensieri
e anche col sole il buio vince

Quando improvviso
il cuore mio rinnega la gioia
e le mani restano in grembo

Quando improvvisa
la vita sembra la scia di una barca
la cui schiuma non lascia traccia

Corro a stringere tra le mani
le mani delle mie figlie,
a riempire gli occhi dei loro occhi

E intrecciando le dita tra i loro capelli,
ricordo perché io sono al mondo,
qual è il senso del mio cammino

Dolci frutti del mio giardino
petali profumati della mia vita
siete le luci che illuminano la mia strada



martedì 25 dicembre 2012

Buon Natale

...E poi ti svegli e ti accorgi che è Natale, e trovi un dono prezioso tutto per te: un sorriso che arriva da lontano.
Non c'è dono che valga più di un sorriso che nasce dal cuore, più di un sincero affetto donato a piene mani. È questo il senso vero del Natale per me...
Sorridi e sogna, sogna sempre sogni più grandi di te, canta a squarciagola la gioia di vivere e poi sorridi ancora, e porgi le tue mani a chi ha bisogno di una carezza e un po' del tuo sorriso.
E sarà Natale ogni giorno.
Questo è il mio augurio per tutti voi.





venerdì 14 dicembre 2012

Se mi hai amato

Se mi hai amato mi verrai a cercare,
sono certo che mi verrai a cercare:
in ogni pietra, in ogni sguardo
e in tutte le stelle.
Perchè il mio corpo scomparirà,
il tuo corpo scomparirà,
ma ciò non farà alcuna differenza.
Perchè, se ci fosse la benchè minima differenza,
vorrebbe dire che tra noi
non è accaduto l’amore.
Perchè l’amore è fuori
dal tempo eterno, immortale.
Se mi hai amato mi verrai a cercare,
sono certo che mi verrai a cercare,
e mi troverai: in ogni sguardo e in tutte le stelle.


OSHO

Vorrei poter donare un sorriso a chiunque mi verrà a cercare, qui o altrove, o nei suoi pensieri, perché cercandomi mi avrà regalato un briciolo del suo amore.
Nelle mie mani, nei miei occhi, nella mia voce, nel mio silenzio, nell'aria che respiro,
chi mi verrà a cercare troverà solo amore.


Ross

lunedì 3 dicembre 2012

Arrivederci

Questo piccolo angolo del web, che è il mio blog "Sogni e voli di fantasia", lo avevo sempre considerato come un cantuccio nascosto in cui rifugiarmi, una soffitta dei ricordi in cui sedermi per terra in silenzio, da sola, o al massimo in compagnia di qualche amico o qualche amica, a scrivere e immaginare guardando il cielo dal lucernario. Avevo quasi l'illusione di essere in penombra, poco più che invisibile, e che questo fosse il mio piccolo rifugio segreto, così diverso dall'altro blog con il quale sono nata.
Nell'altro blog, melarossadelpeccato, racconto di sesso ed erotismo, do vita ai lati nascosti dell'animo umano con le trasgressioni, le "mele del peccato", e mi sento sempre come un "personaggio" che fa il suo show sotto occhi infuocati, il suo spogliarello di burlesque, che accende gli animi e le fantasie più nascoste con le sue storie.
Qui invece è un po' il camerino del teatro, dove mi spoglio di corsetti, autoreggenti, tacchi, lingerie di seta e tutto quanto riporti mentalmente al sesso e alla seduzione, per parlare d'altro.
Qui scrivo tutto ciò che mi passa per la testa, quasi come se fosse un diario scritto sotto forma di racconto, in cui scrivo le mie emozioni e le storie che si impossessano di me.
A volte ho come l'impressione di essere rapita dalle parole, come se fossero loro a condurmi per mano in una storia, e non il contrario. Le storie prendono vita e si colorano mentre io le disegno con le parole, senza un programma prestabilito, senza un percorso già designato, e spesso sono una sorpresa anche per me. Sono le storie che scrivono me, e non il contrario.

D'improvviso, in questo camerino, in questa piccola soffitta virtuale, si sono accese le luci e la soffitta è diventata un salone delle feste in cui un inconsueto andirivieni di persone ha rallegrato la mia giornata. Le parole di cui mi ero vestita, che ai miei occhi erano come un abito un po' sgualcito rimasto troppo a lungo chiuso nell'armadio tra le pieghe delle emozioni riposte e che avevo voglia di tirar fuori per dargli aria, sono diventate improvvisamente un mantello di velluto broccato, un sontuoso abito di fine fattura, una trina sottile di emozioni.

Un'amica, Simona, mi ha presentata e fatta conoscere ai suoi amici lettori e ognuno di loro ha letto le mie parole e cercato di interpretarle in base alle proprie sensazioni ed emozioni, trovando in esse qualcosa di sé o dei propri ricordi, o dei propri pensieri.
Qualcuno ha dispensato consigli, qualcuno vi ha letto la mia malinconia, qualcuno vi ha letto l'amore, qualcuno invece vi ha trovato l'inganno e la facile preda. 
Improvvisamente mi sono sentita spogliata, più nuda che nel blog melarossa, dove vesto e svesto sempre i panni di una donna che non sono.

Nessuno però, al di fuori di me e della persona che mi manca, può veramente interpretare appieno il senso di quelle mie parole, che non sono nate nemmeno come versi ma solo come improvviso urlo dell'anima, nostalgia per un'amicizia. Un'amicizia intensa e particolare, pulita, delicata, tra due persone lontane materialmente e anche anagraficamente ma simili dentro, due anime affini.


Oggi mi sento stranamente svuotata, silenziosa come l'alba di un giorno nuovo, nonostante tutte le parole scritte.

Ho voglia di fermarmi un po' a guardare il mare senza dir più niente, ho voglia di cambiare casa, di viaggiare sola, di partire.
Ho voglia di uscire dal camerino, dalla soffitta, e andare per strada a raccogliere fiori, o a fare palle di neve, o a fare foto ai gatti randagi.
Ho voglia di riprendere in mano la mia vita per proteggerla dal vento e dalla pioggia, ho voglia di una pausa di solitudine.
Ho voglia di chiudere il pc e mettere in pausa la casella email, far riposare mente e cuore, tastiera e dita.

Ho voglia di ballare al buio. In silenzio...in silenzio...


Vado via.
Tornerò, come da ogni viaggio che si rispetti, tornerò.
Tornerò quando le parole mi prenderanno di nuovo per mano e mi ricondurranno qui.
Lascio a ognuno di voi un saluto ed un abbraccio.

Ross
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Chi è Manuela Rossa

La mia foto
Manuela Rossa è un personaggio di fantasia, una sorta di "alter ego" di una donna che ha scoperto il potere dell'immaginazione e della scrittura per raccontarsi innanzitutto a sé stessa. I suoi scritti sono frutto di fantasia e non attingono che in modo marginale alla vita reale.

Visualizzazioni totali

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email e saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

I blog dei miei amici

Recent Visitors