Pagine

lunedì 3 dicembre 2012

Arrivederci

Questo piccolo angolo del web, che è il mio blog "Sogni e voli di fantasia", lo avevo sempre considerato come un cantuccio nascosto in cui rifugiarmi, una soffitta dei ricordi in cui sedermi per terra in silenzio, da sola, o al massimo in compagnia di qualche amico o qualche amica, a scrivere e immaginare guardando il cielo dal lucernario. Avevo quasi l'illusione di essere in penombra, poco più che invisibile, e che questo fosse il mio piccolo rifugio segreto, così diverso dall'altro blog con il quale sono nata.
Nell'altro blog, melarossadelpeccato, racconto di sesso ed erotismo, do vita ai lati nascosti dell'animo umano con le trasgressioni, le "mele del peccato", e mi sento sempre come un "personaggio" che fa il suo show sotto occhi infuocati, il suo spogliarello di burlesque, che accende gli animi e le fantasie più nascoste con le sue storie.
Qui invece è un po' il camerino del teatro, dove mi spoglio di corsetti, autoreggenti, tacchi, lingerie di seta e tutto quanto riporti mentalmente al sesso e alla seduzione, per parlare d'altro.
Qui scrivo tutto ciò che mi passa per la testa, quasi come se fosse un diario scritto sotto forma di racconto, in cui scrivo le mie emozioni e le storie che si impossessano di me.
A volte ho come l'impressione di essere rapita dalle parole, come se fossero loro a condurmi per mano in una storia, e non il contrario. Le storie prendono vita e si colorano mentre io le disegno con le parole, senza un programma prestabilito, senza un percorso già designato, e spesso sono una sorpresa anche per me. Sono le storie che scrivono me, e non il contrario.

D'improvviso, in questo camerino, in questa piccola soffitta virtuale, si sono accese le luci e la soffitta è diventata un salone delle feste in cui un inconsueto andirivieni di persone ha rallegrato la mia giornata. Le parole di cui mi ero vestita, che ai miei occhi erano come un abito un po' sgualcito rimasto troppo a lungo chiuso nell'armadio tra le pieghe delle emozioni riposte e che avevo voglia di tirar fuori per dargli aria, sono diventate improvvisamente un mantello di velluto broccato, un sontuoso abito di fine fattura, una trina sottile di emozioni.

Un'amica, Simona, mi ha presentata e fatta conoscere ai suoi amici lettori e ognuno di loro ha letto le mie parole e cercato di interpretarle in base alle proprie sensazioni ed emozioni, trovando in esse qualcosa di sé o dei propri ricordi, o dei propri pensieri.
Qualcuno ha dispensato consigli, qualcuno vi ha letto la mia malinconia, qualcuno vi ha letto l'amore, qualcuno invece vi ha trovato l'inganno e la facile preda. 
Improvvisamente mi sono sentita spogliata, più nuda che nel blog melarossa, dove vesto e svesto sempre i panni di una donna che non sono.

Nessuno però, al di fuori di me e della persona che mi manca, può veramente interpretare appieno il senso di quelle mie parole, che non sono nate nemmeno come versi ma solo come improvviso urlo dell'anima, nostalgia per un'amicizia. Un'amicizia intensa e particolare, pulita, delicata, tra due persone lontane materialmente e anche anagraficamente ma simili dentro, due anime affini.


Oggi mi sento stranamente svuotata, silenziosa come l'alba di un giorno nuovo, nonostante tutte le parole scritte.

Ho voglia di fermarmi un po' a guardare il mare senza dir più niente, ho voglia di cambiare casa, di viaggiare sola, di partire.
Ho voglia di uscire dal camerino, dalla soffitta, e andare per strada a raccogliere fiori, o a fare palle di neve, o a fare foto ai gatti randagi.
Ho voglia di riprendere in mano la mia vita per proteggerla dal vento e dalla pioggia, ho voglia di una pausa di solitudine.
Ho voglia di chiudere il pc e mettere in pausa la casella email, far riposare mente e cuore, tastiera e dita.

Ho voglia di ballare al buio. In silenzio...in silenzio...


Vado via.
Tornerò, come da ogni viaggio che si rispetti, tornerò.
Tornerò quando le parole mi prenderanno di nuovo per mano e mi ricondurranno qui.
Lascio a ognuno di voi un saluto ed un abbraccio.

Ross

16 commenti:

  1. La vita accade fuori del blog.
    Chi sei?
    La melarossa del peccato, oppure un'altra persona?
    Ciao.

    RispondiElimina
  2. Ciao Gus. La melarossadelpeccato è solo un'attività "ludica", tutto ciò che scrivo è tutto ciò che riesco a immaginare. L'hai detto tu, la vita è fuori, non dentro un blog. E quello che scrivo non è quello che faccio.
    Vado, ho la pasta sul fuoco :)

    RispondiElimina
  3. Lo sospettavo.
    Comunque sei piacevole.
    Ciao.

    RispondiElimina
  4. Questa lettura, scritta con il cuore, mi ha pervaso tutto dell'infinita tenerezza di cui è immensamente ricca l'autrice. Lei, come molti di noi, tenta di nasconderla mostrandosi al suo pubblico, di cui anch'io faccio parte, vestita di una maschera rossa che, a mio parere e son felice se non mi sbaglio, poco s'addice. Il suo cuore e la sua mente, la sua intelligenza sono tutt'altro che mele rosse. Ha da indossare, soltanto, una maschera azzurra come il cielo che le è dentro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo. Grazie delle tue belle parole, ritengo di riflettere molti colori, come tutti. In alcuni momenti prevale il rosso, che comunque è il colore della mia indole, ma spesso sfuma e vira verso altre tonalità decisamente meno aggressive. La necessità di avere due blog nasce da questo. I miei racconti hot non sono il mio unico modo di scrivere, anche se mi piace molto raccontare l'erotismo.
      In ogni caso sento solo la necessità di una pausa, ma tornerò. Un abbraccio!

      Elimina
  5. Non sentirti sola, mai! Tutti prima o poi provano la mancanza di un forte legame, ma ci sono tante altre forme di amore, amicizia e sentimenti che abbiamo il dovere di coltivare per sentirci vivi. Ti sono vicina anche se ti ho appenna conosciuta. Se vuoi parlare o sfogarti scrivimi pure, ascolterò solamente, ma con ascolto ATTIVO. Ely

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely, ti ringrazio infinitamente, sei una persona speciale. Non mi sento sola,per fortuna non lo sono, ma mi sono resa conto di aver dato troppo spazio alla mia vita virtuale, lasciando che influisca anche sul mio umore "reale" ed è per questo che sento la necessità di una piccola pausa. I momenti di malinconia vanno e vengono, ma l'importante è saperli gestire, anche con un piccolo sfogo, un urlo virtuale, o con una fuga dal virtuale stesso.
      Tornerò con nuove storie da raccontare, e di sicuro in questo periodo mi dedicheró di più alla lettura degli altri blog.
      Un abbraccio!!
      Ross

      Elimina
  6. Avevo sempre saputo che il vero amore è al di sopra di tutto e che sarebbe stato meglio morire, piuttosto che cessare di amare. Ma pensavo che solo gli altri ne avessero il coraggio. In quel momento, invece, scoprivo di esserne capace anch’io. Anche se avesse dovuto significare partenza, solitudine, tristezza, l’amore valeva comunque ogni centesimo del suo prezzo.
    (Paulo Coelho)

    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belle parole! Si, è vero, l'amore, quello vero, quello reale, merita coraggio e sacrificio, e ne vale sempre la pena. Ciao Kylie

      Elimina
  7. Rossa, volevo ringraziarti per tutto.
    Ti lascio anche io il mio saluto e il mio abbraccio.

    Io ho finito; e adesso sono io a dire a te di continuare a scrivere.

    Ciao
    - LipsClosed -

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lips...mi dispiace che tu vada via, ma lo capisco. Ti ho scritto in privato. Un abbraccio grande anche a te. Ah.........e grazie per avermi ringraziata nel tuo blog, l'ho visto solo ora.... Buona vita.

      Elimina
    2. Che peccato....se dovessi ripensarci, ricorda che puoi recuperare il tuo blog entro un mese. È pur sempre una parte di te... Spero di rileggerti in giro per il web!

      Elimina
  8. Rossa, quelle parole sono state scritte per qualcuno di cui non conoscevo né il nome né il volto, ma che mi ha segnato profondamente. Scriverei ancora, se egoisticamente pensassi solo a me. Ma non è così.
    Le parole del blog finiranno tra la tanta spazzatura del web; quello che è parte di me lo porto nel cuore.

    Non avrei mai immaginato potessero esserci persone che ci lasciano un segno indelebile senza usare il volto, le mani, gli occhi, la voce, gli abiti, nulla. Solo le parole.
    Oggi, tristemente, mi viene da dire che in fondo, dopotutto, sono solo parole.
    Parole che fanno volare verso dove vuole andare chi le scrive; parole che fanno volare verso dove vuole andare chi le legge. E spesso non è nemmeno lo stesso luogo...

    E poi, là fuori, non si riesce nemmeno a volare.
    Né chi scrive, né chi legge.

    Perdona lo sfogo... e grazie del pensiero.

    Ciao
    - LipsClosed -

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lips, conosco bene il potere delle parole, la loro capacità di far volare. Conosco bene anche la capacità di alcune persone di entrare prepotentemente nel nostro animo, completamente nude perché senza volto o mani o occhi, e con la loro nudità disarmante, fatta di sole parole, riescono a segnare e marchiare a fuoco nel profondo, entrando in noi e non trovando più la via d'uscita.

      Si, là fuori non si riesce più a volare...
      Per fortuna che ogni tanto si riesce ancora a fare qualche volo di fantasia...e quando si riesce a volare verso lo stesso luogo con qualcuno, verso la stessa isola che non c'è con un'anima affine, è sempre un bel viaggio. Ma come ogni viaggio, come ogni volo di fantasia, prima o poi finisce e si ritorna con i piedi per terra. Purtroppo.

      Quando vuoi, sei sempre il benvenuto.
      Ciao Lips

      Elimina
  9. Segui ciò che ti dice il cuore e la tua anima..poi tornerai più forte di prima e con tante cose da raccontare. Buona serata..e spero che a Natale sarai qui per gli auguri. Bacioni e grazie della visita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saray, ti confesso che senza scrivere non so stare... A costo di riproporre parole scritte da altri, che sento mie in particolar modo, ma il mio bloggino è parte di me. Eccomi già qui di ritorno :)

      Elimina

Cosa ti ha lasciato questa lettura?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Chi è Manuela Rossa

La mia foto
Manuela Rossa è un personaggio di fantasia, una sorta di "alter ego" di una donna che ha scoperto il potere dell'immaginazione e della scrittura per raccontarsi innanzitutto a sé stessa. I suoi scritti sono frutto di fantasia e non attingono che in modo marginale alla vita reale.

Visualizzazioni totali

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email e saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

I blog dei miei amici

Recent Visitors