Pagine

lunedì 16 settembre 2013

Il giro di boa


Ci sono periodi della vita in cui si ha l'impressione di essere ad un giro di boa, ad un momento di cambiamento irreversibile.
Uno di quei momenti in cui, anche se guardi dietro e vedi la strada percorsa, non puoi fare più nulla per tornare indietro e ripercorrere i tuoi stessi passi perché i ponti col passato sono ormai crollati e non puoi che andare avanti, volente o nolente.

Un momento del genere l'ho vissuto qualche anno fa, quando ho fatto un giro all'inferno e ne sono rimasta affascinata.
Sono scesa per la prima volta agli inferi guardando in alto al Paradiso e questo mi ha fatto sentire viva come non mi sentivo da tempo.
In quel periodo vivevo tutte le emozioni con grande intensità, con la fretta di consumarle e averne ancora, e poi ancora, provando una sorta di bulimia emozionale dettata dalla improvvisa consapevolezza del tempo che passa e che non torna più.
Ho percorso in questi anni il mio personale inferno in lungo e in largo, come una funambola sospesa sul vuoto che ha sempre il timore di cadere tra le fiamme, ma ne ho goduto il calore e ne ho sofferto le bruciature.
Ho leccato ferite e bevuto calici di elisir magici, stretto mani e accarezzato amori, morso dolori e leccato sapori dolcissimi. Ho creduto di vedere il Paradiso nei miei sogni coscienti.

E poi mi sono svegliata.

Ora quell'inferno non mi attira più, so che non mi porterà al Paradiso, so che non ha più alcuna attrattiva per me, e sto tornando sulla strada maestra senza rimpianti.

Sto crescendo (avevo scritto "invecchiando" ma poi l'ho cancellato perché non mi sento ancora vecchia), i miei anni li sento bussare alla mia porta interiore, tutti insieme, inesorabili, a ricordarmi che non sono più una ragazzina e che non c'è possibilità alcuna di fermare il tempo e di vivere ciò che non ho vissuto.
C'è un tempo per ogni cosa, e quando quel tempo va via non c'è modo di recuperarlo.

Non mi manca l'inferno, no.
Non mi manca nemmeno il sogno del Paradiso.
Ora sento solo i miei piedi sulla nuda terra, le mani piene di vento e gli occhi aperti a guardare avanti ma con impressa nella mente l'immagine di chi ho lasciato per sempre dietro di me, gli errori fatti, le emozioni vissute, i rimorsi e i rimpianti, che però non sono più tali. Non sono più funambola sulle fiamme eterne, ho attraversato il mio ponte e sono giunta di là dove tutto è pace e serenità, dove non c'è paradiso ma nemmeno inferno, dove ci sono solo io e la mia vita

Non so perché vengo a scriverlo qua, forse solo perché avevo bisogno di dirlo a me stessa, di parlarmi e di mettere nero su bianco questa mia nuova consapevolezza.

Non so cosa sia realmente accaduto, forse sono solo cambiata io, ma di certo la mia percezione di me e degli altri non è più la stessa.
Il Paradiso è qui tra le mie mani e l'inferno è solo dentro me, si svegliano ogni mattina accanto a me, mi guardano negli occhi ogni giorno.
Ringrazio il cielo per quello che mi ha donato, e lo ringrazio ogni giorno.


8 commenti:

  1. Scriverli è un modo per superarli certi momenti.

    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scrivere aiuta a fissare, a svelare, a superare tante cose. Scrivere fa bene! Ciao Kylie, buona giornata

      Elimina
  2. Rossa... spero potrai perdonare la mia invidia. Per la tua nuova consapevolezza.
    Per la serenità che si respira leggendo queste parole. Avevo il timore che i tuoi silenzi fossero simili ai miei.
    Sono felice di essere passato di qui. E di aver respirato un po' di vento, che qui soffia così libero, così leggero, così bello....

    Un bacio
    Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leo caro, ognuno ha i suoi tempi, e ognuno ha un diverso silenzio dentro. Tu sei ancora funambolo sulle fiamme, ma improvvisamente cambierà lo scenario. Intanto ti abbraccio forte! :-)
      Ross

      Elimina
  3. Risalire in sella ed andare avanti... Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sempre andare avanti! Anche se in modo diverso.

      Elimina
  4. Ah, Manuela, mia Rossa e sempre cara Manuela - la realtà, come la Terra, è un piccolo incandescente nucleo di fatti con sopra, a kilometri, per kilometri, strati e strati di interpretazioni...
    Meglio ricordarselo, e non ammalarsene mai :-) - ma raccogliere le forze e le idee e andare a dar vita a nuovi altri piccoli, incandescenti e nucleari, fatti. Specie se si hanno i tuoi talenti

    Un piccolo pensiero per te, che ami la musica e le parole - ascoltala, ascoltale.
    https://www.youtube.com/watch?v=OC0pIe_wZjk
    Buona giornata - buon mare,

    Franco

    RispondiElimina
  5. Ah, Franco, mio sempre caro Franco.... Innanzitutto grazie per la canzone, stupenda, "Vita tu scusami se ti ho tradita con un'altra vita .... se ci è concesso sbagliare è solo per causa d'amor"...
    La realtà può essere una e mille milioni, dipende da chi la interpreta, da come e quando, dallo stato d'animo in cui vive qualche esperienza, e dalla situazione contingente.
    La stessa realtà può avere sfaccettature diverse pur rimanendo una e sola.

    Il talento..... non ho particolari talenti, a parte essere bella, buona, dolce, brava a cantare, ballare, recitare, scrivere, sedurre, lavorare, fare la mamma, la moglie, la figlia, la nipote, la zia, la dipendente, la superiore, brava a fare l'uncinetto come a portare la moto, brava a fotografare e a disegnare, brava a cucinare e a mangiare, brava a fare la detective e a far sorridere con la mia "modestia".
    E sono brava anche a conservare piccoli peluche...
    A parte questo.... non credo di aver alcun talento! :-D

    Buona domenica!

    RispondiElimina

Cosa ti ha lasciato questa lettura?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Chi è Manuela Rossa

La mia foto
Manuela Rossa è un personaggio di fantasia, una sorta di "alter ego" di una donna che ha scoperto il potere dell'immaginazione e della scrittura per raccontarsi innanzitutto a sé stessa. I suoi scritti sono frutto di fantasia e non attingono che in modo marginale alla vita reale.

Visualizzazioni totali

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email e saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

I blog dei miei amici

Recent Visitors